News

Medio banca ha chiamato per bloccarne la messa in onda, ma era troppo tardi.

Salvini non ha partecipato al parlamento ma, in un video live di Facebook mercoledì, ha ribadito il suo partito “non ha chiesto o preso denaro da nessuno”.

Ha aggiunto: “Il resto è fantasia. Lascia parlare tutti gli altri, sono qui per lavorare e affrontare problemi reali … Sicurezza, immigrazione, mafia … non spionaggio “.

Molti senatori del partner della coalizione della Lega, il populista Five Star Movement (M5S), erano anche assenti dal parlamento in segno di protesta a Conte, accettando di sbloccare il lavoro su un progetto ferroviario ad alta velocità che collegava Italia e Francia.

La questione deve ancora essere votata in parlamento, ma l’approvazione di Conte è stata una vittoria per la Lega, che vuole portare avanti il ​​progetto TAV a lungo in stallo, e una battuta d’arresto per M5S, che si oppone con veemenza.

In una dichiarazione, un gruppo di senatori M5S ha anche attribuito la loro mancata presentazione al fatto che Salvini avrebbe dovuto essere in parlamento per rispondere alle affermazioni della Russia.

Il Partito Democratico dell’opposizione ha affermato che avrebbe presentato una mozione di sfiducia nei confronti di Salvini in risposta al rifiuto del ministro di affrontare il parlamento per le accuse.

Le accuse di “Russiagate” potrebbero aver dominato i media italiani ma sono state accolte con indifferenza dai sostenitori della Lega. Il sostegno alla festa è salito al 37,8% nei sondaggi nelle ultime settimane.

Il professor Mattia Diletti dell’Università Sapienza di Roma ha dichiarato: “Salvini sa che gli italiani non si preoccupano troppo della Russiagate. Sa anche se risponde al parlamento, sarebbe negativo per lui. Ma in realtà non gli importa dell’etichetta istituzionale, si preoccupa solo della comunicazione e del consenso “.

Salvini nutre legami con la Russia da quando è diventato leader della Lega nel 2013 e ha sempre mostrato la sua ammirazione per Vladimir Putin.

M5S è anche amico della Russia e in passato ha dovuto affrontare le accuse di essere influenzato dal Cremlino. Luigi Di Maio, il leader della M5S, ha dato il benvenuto a Putin al fianco di Salvini durante la visita di stato del leader russo a Roma il 4 luglio. Conte ha promesso che Putin Italia lavorerà per aiutare a riparare le relazioni fratturate di Mosca con l’UE.

Russiagate a parte, ci sono altri problemi che minacciano la sopravvivenza della coalizione di governo. I due partner sono in contrasto da mesi, con Salvini e Di Maio che spesso scambiano insulti e in definitiva bloccano i progressi sulla politica del governo. La speculazione di un imminente collasso del governo è stata diffusa la scorsa settimana quando Salvini ha dichiarato di aver perso tutta la fiducia nell’M5S dopo che il partito ha sostenuto Ursula von der Leyen per diventare presidente della commissione europea.

La Lega si oppose alla candidata tedesca, sottraendo istruzioni a Conte affinché entrambe le parti votassero per lei. Salvini ha accusato M5S di aver tradito la sua promessa agli elettori ordinari di aver portato un cambiamento radicale in Europa.

Salvini e Di Maio avevano riparato le cose entro lunedì, ma c’è una pressione su Salvini all’interno dei ranghi del suo partito per impadronirsi della sua popolarità e staccare la spina da un’amministrazione che alcuni ministri della Lega dicono che è diventata insostenibile.

Salvini ha dato il via all’indebolito M5S, minacciando di smettere a meno che non si opponga alle politiche chiave della Lega come la concessione di una maggiore autonomia fiscale alle regioni Lombardia e Veneto, roccaforti del partito.

Esultante per il supporto di Conte al progetto TAV, Salvini ha dichiarato nel suo video di Facebook che “il governo è di nuovo in pista” dopo che ha anche accettato di sbloccare € 50 miliardi (£ 45 miliardi) di investimenti in altri progetti infrastrutturali tra cui strade, ospedali e scuole.

La maggior parte degli analisti si aspetta che il governo riesca ad arrivare almeno alla stesura del budget 2020 in autunno, con un potenziale rimpasto di gabinetto in atto per allentare le tensioni nel frattempo. Salvini ha invitato il ministro dei trasporti M5S, Danilo Toninelli, e il ministro della difesa, Elisabetta Trenta, ad andare.

Franco Pavoncello, professore di politica e presidente della John Cabot University di Roma, ha dichiarato: “Non sono così sicuro che ci sia interesse da parte di Salvini a far cadere questo governo [proprio ora] … Potremmo vedere un rimpasto piuttosto che un crollo “.

Altre persone nei Paesi Bassi …

Ciò che mi ha permesso di avere successo è stato il fatto di aver approfittato rapidamente di quest’opportunità, senza alcuna esitazione. Al momento, ciò che mi fa guadagnare di più è un nuovo programma…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *